Blog: http://AlleVolte.ilcannocchiale.it

Come tutti



Anch'io salii le scale del mio non sapere,
anch'io come te, come l'altro, come molti
non avevo parola che dicesse il possibile
(entro il credibile, entro quel che è da credere,
e non è mio, è di tutti); eppure mi son fatto
così, uno che parla a stormi di versi
affamati di verità, come passeri nel gelo
d'inverno, come tutti i beati poveri, tutti
i santi beati che hanno lasciato se stessi
per trovar l'Altro, il vero, il solo sapiente.

Carlo Betocchi


Foto by lacamerachiara

Pubblicato il 29/6/2009 alle 22.51 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web